L’importanza assoluta della pratica sportiva

//L’importanza assoluta della pratica sportiva

Non tutti lo sanno ma chi fa sport in età dell’adolescenza vivrà meglio, lo sport esercita una notevole influenza sull’intera persona. Il nostro organismo è il mezzo attraverso il quale si esprimono la ragione e lo spirito e molti altri fattori che ne conseguono. In altri termini: la dimensione biologica, il corpo, quella mentale e quella psicologica crescono insieme, maturano insieme, sono collegate fra loro e il progresso dell’una contribuisce al progresso delle altre.

Un adeguato esercizio fisico iniziando praticamente da giovanissimi insegna al nostro corpo ad utilizzare l’aria. Si è proprio così, detto dagli studiosi. Infatti, chi pratica uno sport sa sfruttare l’ossigeno meglio degli altri. Pensate che alcune ricerche condotte sugli asmatici hanno dimostrato che un oculato esercizio fisico migliora la funzionalità polmonare e l’assorbimento dell’ossigeno.

Inoltre lo sport fa bene ai tessuti muscolari, migliora la funzione cardiaca e circolatoria. Una dimostrazione di questa realtà possiamo trovarla nell’andamento del mal di testa, che affligge il 40% dei ragazzi. Ebbene, si è potuto accertare che una buona pratica sportiva può eliminare del tutto un simile sgradevole inconveniente. L’organismo in accrescimento dell’adolescente reagisce positivamente allo sport molto più dell’organismo adulto.

Molto spesso lo sport viene considerato una perdita di tempo e che influisce solo sullo studio.

Secondo, (sempre), gli studiosi, sembra che gli scolari impegnati in attività sportive siano in grado di imparare più degli altri. Lo sport, dunque, fa bene sia sul piano fisico che psicologico, aiuta, inoltre, i ragazzi a capire gli altri e a lavorare insieme agli altri, (socializzare), con generosità, rispetto reciproco e crea sempre nuove amicizie. Senza dimenticare che toglie in una altissima percentuale dai vizi, giochi dannosi alla salute.

Andrea Delindati – Il Mattino

2019-05-09T09:50:35+00:00