Quanto dovrebbe durare un allenamento?

//Quanto dovrebbe durare un allenamento?

Quanto deve durare un allenamento? Sembra una domanda banale ma in realtà la sua risposta non è semplice. In verità non esiste un minimo, quanto impieghi a sudare dipende dai tuoi obiettivi, dalle tue preferenze personali e dal tempo che hai a disposizione.

Bene, direte tutti “che scoperta”, “lo sappiamo già” ma in verità c’è ancora altro da sapere. Anche se prendi in considerazione i tuoi obiettivi, può essere difficile stabilire quanto deve durare un allenamento, poichè alcuni esercizi apportano benefici per un determinato periodo di tempo. Cerchiamo allora di capire meglio assieme la durata di un allenamento.

Durata breve, alta intensità: è questo il binomio perfetto?

Lo sapevi che se stai costruendo un allenamento aerobico e anaerobico puoi farlo solo in 4 minuti di allenamento brevi ma intensi? Come? Attraverso un allenamento ad intervallo ad alta intensità conosciuto come Allenamento Tabata.

Tabata prende il nome dal dott. Izumi Tabata. Insieme a un team di ricercatori dell’Istituto nazionale di fitness e sport di Tokyo, questo dottore ha sviluppato un metodo a intervalli temporizzati per l’esercizio fisico:  20 secondi di allenamento ad alta attività e 10 secondi di riposo. la ricerca si è basata su esercizi eseguiti  ad alta intensità in un tempo breve, appunto 4 minuti.

Eseguendo 20 secondi di lavoro intenso e 10 di intervallo il corpo è costretto ad esercitare uno sforzo fisico ancora prima di recuperare del tutto. Ciò significa che lavorerai ripetutamente al massimo delle tue capacità e questo è qualcosa che raramente facciamo quando ci allontaniamo da un tapis roulant. Questo tipo di lavoro si traduce in un miglioramento della forma fisica e della resistenza cardiovascolare.

Questo tipo di allenamento funziona?

Molti ricercatori hanno notato che eseguire un allenamento Tabata 5 volte a settimana è più efficace rispetto un allenamento cardio stazionario. Tuttavia, prima di iniziare qualsiasi tipo di allenamento e stabilire quindi quanto deve durare un allenamento, è bene soffermarsi sul tenore di vita che ha una persona.

Infatti una ricerca ha mostrato che una persona abituata a condurre una vita sedentaria può avere dei limiti nell’esecuzione dell’esercizio fisico e quindi limitare anche gli effetti positivi. Purtroppo esiste una forte relazione tra comportamento sedentario e rischio di morte per una qualsiasi causa, oltre alla morte per malattie cardiache, molto spesso non diagnosticate.

Ma allora cosa bisogna fare?

Innanzitutto è bene cambiare le proprie abitudini quotidiane: parcheggiare un pò più lontano dal proprio ufficio per fare qualche passo in più, usare le scale invece dell’ascensore, fare delle flessioni tra una pubblicità e l’altra mentre si guarda la tv. Piccoli cambiamenti giornalieri possono davvero fare la differenza. E ricordate:

“Avere uno stile di vita attivo è più importante che lavorare per un’ora ogni giorno”.

2019-05-28T19:44:59+00:00